Sito in ristrutturazione

Ci scusiamo se alcune sezioni sono momentaneamente non visibili, stiamo lavorando al miglioramento del sito!


Bee Happy e Apicoltura Biologica Romagnoli a Madrid


Apicoltura Biologica Romagnoli e Bee Happy. Storie di alveari, mieli e apiculture hanno partecipato il 27 novembre scorso a "2017 Rivoluzione in cucina. Vite che cambiano intorno a un progetto", evento promosso per la II Settimana della Cucina Italiana nel Mondo e nell’ambito del X Festival del Cinema Italiano di Madrid

Un incontro con giovani piccole e medie imprese del settore del food e dell'enogastronomia, con un accento sul significato di vero e proprio laboratorio di cambiamento individuale e sociale, quindi di cambiamento di vita, delle iniziative di impresa avviate oggi dalle giovani generazioni di nuovi lavoratori della conoscenza intorno a: sostenibilità, ambiente, creatività, innovazione, opportunità, valore del lavoro, cambiamento e benessere comune.
Sono intervenuti Food on the road, Apicoltura Romagnoli, Misceliamo Coffee Emotion e Casa Editrice Zona/La Buona Spesa. Seguirà una degustazione dei prodotti delle aziende.

Ne hanno scritto

Ansamed

Aise

Nova - Il sole 24 ore









Mielinfesta 2017


Bee Happy - Storie di alveari, mieli e apicolture



COMUNICATO STAMPA



Un libro divertente, chiaro, saggio e matto.

Dall’inizio alla fine. Didattico dove serve;

piacevole nelle vicende che riguardano le persone.

(Daniele Barbieri)



Il libro sull’apicultura che in Italia mancava: il racconto e la condivisione dell’esperienza diretta di una nuova generazione di apicoltrici e apicoltori.



Questo non è un manuale, e lo rivendica. Bee happy è una finestra sul lavoro pratico, sugli affetti e sui modi di essere di una generazione di apicoltrici e apicoltori … e delle loro api. Con un apprezzabile taglio divulgativo, Barbara Bonomi Romagnoli racconta con ironia e sensibilità i concetti fondamentali del mestiere: il ciclo vitale dell’ape, le attività connesse con la fattura del miele, che, concetto primario, è un prodotto che “si raccoglie” e non “si fa”.

Ma allo stesso tempo Bee Happy è una storia a più voci. Un libro scritto sulla base di un dialogo con colleghe e colleghi, oltre a riferimenti a esperti e letterati: in filigrana si può leggere la pratica di una generazione di “ritornanti” che dalla città tornano in campagna per riprendere, rinnovando, i mestieri che si confrontano con la natura.

Dentro, com’è ovvio, c’è anche la storia personale dell’autrice, con le sue scelte e i suoi modi di essere e di pensare. È così che, in maniera inusuale nel panorama della letteratura del settore, in Bee Happy troviamo una interpretazione dell’apicultura come atto culturale e politico. Femminista, perché no. Perché se è vero che le api sono alla base della vita, la vita delle persone è anche la base dell’apicultura come attività umana, con tutte le sue sfaccettature.



Barbara Bonomi Romagnoli, giornalista e scrittrice, collabora con numerose testate scrivendo di temi sociali e femminismi. È autrice di Irriverenti e libere. Femminismi nel nuovo millennio (2014) e fa l’apicoltrice, www.bioro.it.



Barbara Bonomi Romagnoli

Bee Happy

Storie di alveari, mieli e apiculture

ISBN 9788865481615

pp. 128

€ 12.00






V° Convegno di Apicoltura Urbana



Goccia d'oro 2016

 

Il miele biologico Romagnoli ha partecipato al Concorso Nazionale “Grandi Mieli d’Italia” edizione 2016 ed è stato premiato con

Una Goccia d’Oro nella categoria Millefiori






 

Scatti 2016

Quest'anno è andata così :-)





Libri su LApis

La custode delle api e del miele (LApis - febbraio 2016)

Cristina Caboni è apicoltrice e soprattuto autrice prolifica, a distanza di un anno dal suo primo romanzo bestseller è già in libreria con un nuovo libro dall’accattivante titolo “La custode del miele e delle api” (Garzanti, 2015, 324 pp, 16,40 €). Un racconto ambientato nella sua terra, la Sardegna, in un paese immaginario ma verosimile, un’isola piccola di fronte all’isola grande, un luogo dal nome Abbadulche per via delle api che addolciscono la sua fonte d’acqua. Soprattutto un luogo incantato, che i protagonisti del libro vorrebbero incontaminato, al riparo da azioni che possano deturpare natura, ambiente e tradizioni. Sì, perché gli ingredienti per essere al tempo stesso un romanzo rosa e un romanzo “civile” ci sono tutti: trama amorosa che si snoda via via, a dir il vero un po’ scontata e prevedibile, e due personaggi, Angelica e Nicola, che incarnano le alternative possibili ad un mondo che insegue profitto e sviluppo (in)sostenibile.

Leggi tutto: Libri su LApis