La felicità


La felicità

 

C'è un'ape che si posa

su un bottone di rosa:

lo succhia e se ne va ...

Tutto sommato, la felicità

è una piccola cosa.


Trilussa

[1871/1950]

Cosimo, il Cavaliere e le api

... Ma c'era un segno che ricorreva sempre in quei paraggi: delle api che volavano. Cosimo finì per convincersi che la presenza del Cavaliere era collegata con le api e che per rintracciarlo bisognava seguirne il volo. Ma come fare? Attorno a ogni pianta fiorita c'era uno sparso ronzare d'api; bisognava non lasciarsi distrarre da percorsi isolati e secondari, ma seguire l'invisibile via aerea in cui l'andirivieni d'api si faceva sempre più fitto, finché non si giungeva a vederne una nuvola densa levarsi dietro una siepe come un fumo.

Leggi tutto: Cosimo, il Cavaliere e le api

La favola delle api

Un numeroso sciame di api abitava un alveare spazioso. Là, in una felice abbondanza, esse vivevano tranquille. Questi insetti, celebri per le loro leggi,  non lo erano meno per il successo delle loro armi e per il modo in cui si moltiplicavano. La loro dimora era un perfetto seminario di scienza e d’industria. Mai api vissero sotto un governo piú saggio; tuttavia mai ve ne furono di piú incostanti e di meno soddisfatte. Esse non erano né schiave infelici di una dura tirannia, né erano esposte ai crudeli disordini della feroce democrazia. Esse erano condotte da re che non potevano errare, perché il loro potere era saggiamente vincolato dalle leggi. 

Leggi tutto: La favola delle api